CONTATTACI

CITTÀ IMPERIALE DI HUE

IL COMPLESSO DELLA CITTÀ IMPERIALE DI HUE (PATRIMONIO CULTURALE DELL’UMANITÀ)

Posizione geografica
Il complesso di città imperiale di Hue si trova lungo le rive del fiume dei Profumi appartenente alla città di Hue e ad alcune zone limitrofe della provincia di Thua Thien Hue. Hue è il centro culturale, politico, economico della provincia, è l’antica capitale del Vietnam sotto la dinastia feudale Nguyen dal 1802 al 1945.

Storia
Dal 1306, dopo il matrimonio della principessa Huyen Tran (Dinastia Tran) con il re Che Man di Cham , la regione di Chau O e Chau Ly (comprese Quang Tri, Thua Thien Hue e Quang Nam del Nord ora) si chiamava Thuan Hoa. Nella seconda metà del XV secolo, sotto la dinastia del re Le Thanh Tong, Hue apparve per la prima volta (?). Il Palazzo dei Signori Nguyen nel 1636 fu fondato a Kim Long (Hue), fino al 1687 fu spostato a Phu Xuan – ora la Cittadella. Nei primi anni del XVIII secolo, Phu Xuan è il centro politico, economico e culturale della “Cocincina”. Dal 1788 al 1801, Phu Xuan divenne la capitale della dinastia Tay Son.

Dal 1802 al 1945, Hue fu la capitale del Vietnam unificato sotto il regno di 13 Re Nguyen. Anche in quel momento, fu formate le opere architettoniche piene di valore storico e culturale tra cui la più tipica è la città imperiale Hue, in particolare la Cittadella (253 opere), 7 gruppi di tombe di 9 re Nguyen, la Spianata di Nam Giao, Ho Quyen, il Palazzo Hon Chen.

Valori culturali

A bordo settentrionale del fiume dei Profumi, il sistema di architettura rappresenta il potere del regime accentrato è tre cittadelle: Città Imperiale Hue, Cittadella Hue, Città Proibita Hue. Queste cittadelle si inseriscono e sono disposte simmitricamente lungo un’asse dal sud al nord. Il sistema di cittadella qui è un modello di perfetta combinazione armoniosa tra la quintessenza architettonica orientale e occidentale che si trova in un ambiente naturale meraviglioso con molte icone a disposizione che si considera che sono le parti della città imperiale Hue – come monte Ngu Binh, fiume Huong Giang, duna Gia Vien, duna Boc Thanh …

La Cittadella è limitata da mura con ogni lato di circa 600 metri con 4 ingressi tra i quali il più unico è spesso considerato come un simbolo della Cittadella: il Cancello Ngo Mon. Era il luogo amministrativo supremo della dinastia Nguyen. All’interno della Cittadella, vicino all’indietro, si trova la Città Proibita – il luogo dove si svolgevano le attività quotidiane della famiglia reale.
Attraverso tutte le tre cittadelle, la strada Than Dao (la strada di Scintoismo) che porta su sé delle opere architettoniche importanti della Cittadella Hue lungo il fiume dei Profumi : Nghinh Luong Dinh, Phu Van Lau, Ky Dai, Ngo Mon, Dien Thai Hoa (Palazzo dell’Armonia Suprema), Palazzo Can Chanh, Palazzo reale Khon Thai, Padiglione Kien Trung… Sui due lati della strada Than Dao ci sono centinaia di piccoli e grandi edifici architettonici disposti regolarmente, in mezzo delle piante, spariscono poi appariscono tra i colori naturali, portano sempre alle persone una sensazione di dolce serenità.
In lontananza ad ovest della capitale, sulle rive del fiume dei Profumi, le tombe dei re Nguyen, sono considerate gli ottenimenti di architettura di paesaggizzazione. La struttura delle tombe qui rappresenta uno stile completamente peculiare del Vietnam.

Ogni tomba del re Nguyen riflette sulla vita e sulla personalità del possessore che riposano in pace ormai: tomba di Gia Long rustica ma grandiosa tra le montagne ondulate fa la gente sentire l’atmosfera di un gran generale; tomba di Minh Mang maestosa in mezzo della montagna, della foresta e dei laghi fu abbellita, allora si potrebbe sentire un eroico cuore e una gran volontà di un politico di talento e la sua personalità maestosa di un poeta regolata; tomba di Thieu Tri solenne, malinconica solitaria, dimostra in parte la confidenza di un poeta super-vietnamita in letteratura, ma non ha nessuna connessione con la gente anteriore nella vita politica; tomba di Tu Duc lirica e poetica fu creata principalmente con la raffinatezza della gente, il paesaggio qui ricorda ai visitatori di un poeta pieno di compassione umana poiché l’entusiasmo di un re non è fatto attraverso una personalità debole di un poeta …
Inoltre, i siti che contribuiscono alla bellezza della città imperiale di Hue possono essere citati : fiume dei Profumi, monte di Nui Ngu, pagoda di Thien Mu, Bach Ma, Lang Co, Thuan An …

Nella XVII sessione del Comitato del Patrimonio Mondiale, a Colombia dal 6 al 12/11/1993, l’Unesco ha deciso di riconoscere il complesso della città imperiale di Hue è il patrimonio culturale dell’umanità. Un evento importante nella storia culturale del Vietnam, la prima proprietà del Vietnam è stata iscritta nella lista del patrimonio mondiale, confermando il valore globale del complesso della città imperiale di Hue.

Il complesso della città imperiale di Hueè il patrimonio culturale mondiale secondo il criterio n. 4 con tutti gli elementi:

– Tipico per gli ottenimenti artistici unici, i capolavori fatti dalle mani dell’uomo.

– Avere un enorme valore in termini di tecniche costruttive, d’arte architettonica in un piano di sviluppo urbano o di un programma mirato ad abbellire il paesaggio in un’area culturale del mondo;

– Un tipico complesso architettonico di un importante periodo storico.

– Associare con eventi importanti, idee o credenze tradizionali che possono influenzare, o con le grandi persone storiche.

Troverete di seguito le foto raccolte sulla capitale Hanoi del Vietnam. Cliccate sulla foto per ingrandirla.

No posts found. Try a different search?

Sorry, no posts matched your search. Try again with some different keywords.